Category: History In Italian

Costantinopoli, ultimo atto: 29 maggio 1453: assalto by Steven Runciman

By Steven Runciman

Con un improvviso impressionante fragore, lungo tutta los angeles linea delle mura i turchi si precipitarono all'assalto, lanciando urla di battaglia, spronati da tamburi, trombe e pifferi. Le truppe cristiane fino a quel momento erano rimaste in silenzio, ma quando le sentinelle dettero l'allarme, una chiesa dopo l'altra, in tutta los angeles città, cominciò a miles suonare le campane, finché ogni campanile fece sentire il suo squillo. I fedeli seppero così che l. a. battaglia period cominciata. in step with tutta l. a. notte, le congregazioni attesero in preghiera. Ma sulle mura non c'era pace according to le preghiere.

los angeles notte del 29 maggio 1453, dopo un assedio di otto settimane, il sultano turco Maometto II ordina l'assalto finale a Costantinopoli, l'odierna Istanbul, ultimo baluardo dell'Impero Romano d'Oriente. L'imponente esercito ottomano, dotato di armi all'avanguardia e formato da migliaia di soldati, anche occidentali, venuti da ogni parte d'Europa in step with combattere contro i loro fratelli, si lancia contro le mura. l. a. città, una delle meglio fortificate dell'epoca, non riesce più a contenere l'impatto nemico: il rapporto di eleven ottomani in step with ogni bizantino ormai non lascia scampo. A niente erano valsi gli appelli dell'imperatore Costantino XI, che si period recato di character a mendicare l'aiuto dei sovrani europei contro il pericolo turco. I pochi rinforzi promessi non sarebbero mai arrivati in pace. A nulla valgono nemmeno le preghiere che da ogni chiesa si levano, invocando l'Angelo vendicatore che secondo una profezia avrebbe cacciato gli infedeli all'inferno. I bizantini dunque si apprestano a vivere le ultime angoscianti ore da cittadini liberi prima di cadere nelle mani dei musulmani.
Dal grandissimo storico Steven Runciman, il vivido e appassionato racconto dell'assedio e della caduta di Costantinopoli, un terremoto storico le cui onde arrivano fino a oggi.

Show description

Continue reading "Costantinopoli, ultimo atto: 29 maggio 1453: assalto by Steven Runciman"

L’opinione pubblica (Italian Edition) by Walter Lippmann

By Walter Lippmann

Giornalista e saggista, nel 1917 Walter Lippmann ricoprì l. a. carica di sottosegretario aggiunto united states alla Guerra: un breve interludio, che natural rappresentò uno strategico punto di osservazione delle convulsioni comunicative di una società democratica, apparentemente inconsapevole della propria complessità. Pubblicato nel 1922, L’opinione pubblica conserva l. a. sua carica euristica, l. a. sua lucida provocatorietà e ricchezza descrittiva. L’assunto è limpido: come avviene quel complesso e solo apparentemente «normale» processo attraverso cui le nostre opinioni diventano Opinione pubblica, Volontà nazionale, Mente collettiva, nice sociale? Come «l’opinione pubblica» costruisce i propri miti, i propri eroi, i propri nemici, strappandoli alla storia e catapultandoli in una leggenda paradossalmente effimera? Lippmann indaga e descrive i meccanismi attraverso cui le immagini «interne» intricate nelle nostre teste ci condizionano nei rapporti con il mondo esterno, gli ostacoli che limitano le nostre capacità d’accesso ai fatti, le distorsioni provocate dalla necessità di comprimerle, «raccontando» un mondo complicato con un «piccolo vocabolario»; infine, los angeles paura stessa dei fatti che potrebbero minacciare los angeles vita consueta. A partire da questi limiti, l’analisi ricostruisce come i messaggi provenienti dall’esterno siano influenzati dagli scenari mentali di ciascuno, da preconcetti e pregiudizi. Il testo di Lippmann ci offre anche una lucida critica del sistema politico democratico che ambisce a governare società sempre più complesse.

Show description

Continue reading "L’opinione pubblica (Italian Edition) by Walter Lippmann"

Intervista con la storia (Italian Edition) by Federico Rampini,Oriana Fallaci

By Federico Rampini,Oriana Fallaci

"Non riesco a escludere che l. a. nostra esistenza sia decisa da pochi, dai bei sogni o dai capricci di pochi, dall'iniziativa o dall'arbitrio di pochi... Certo è un'ipotesi atroce. Ancor più sconsolato ti chiedi come siano quei pochi: più intelligenti di noi, più forti di noi, più illuminati di noi, più intraprendenti di noi? Oppure individui come noi, né meglio né peggio di noi, creature qualsiasi che non meritano l. a. nostra collera, l. a. nostra ammirazione, los angeles nostra invidia?" Così scrive l. a. Fallaci nella premessa a Intervista con l. a. storia, testo appassionato e coraggioso che raccoglie le interviste di Oriana alle determine che hanno segnato il corso del secondo Novecento, da Henry Kissinger a Willy Brandt, da Golda Meir a Indira Gandhi, da Arafat a Hussein di Giordania, da Nenni advert Amendola, fino a Giulio Andreotti. Pubblicato nel 1974, il libro trasmette tutta los angeles caparbietà della Fallaci, los angeles sua voglia di capire il mondo e gli uomini, il suo stile inconfondibile, los angeles forza della sua scrittura. E ancora oggi risuona come una condanna spietata del potere, un invito alla disubbidienza, un inno appassionato alla libertà.

Show description

Continue reading "Intervista con la storia (Italian Edition) by Federico Rampini,Oriana Fallaci"

Una guerra civile (Italian Edition) by Claudio Pavone

By Claudio Pavone

A oltre mezzo secolo di distanza è ormai convinzione comune che occorra un ripensamento della Resistenza, sulla quale tutti mo­striamo troppo facili certezze. Si tratta, soprattutto, di riconoscere a questi fatti los angeles loro dignità di grande evento storico, sottraendoli ai ricorrenti rischi della retorica celebrativa o alle strumentalizzazioni di parte spesso riduttive e liquidatorie. Il libro affronta temi cruciali legati al passaggio dall’Italia fascista all’Italia del dopoguerra visti sotto il profilo della «moralità» operante nei protagonisti. Nell’analisi degli eventi tra il settembre 1943 e l’aprile 1945, Claudio Pavone distingue tre aspetti: l. a. guerra pa­triottica, l. a. guerra civile e los angeles guerra di classe – «tre guerre» che sono spesso combattute dallo stesso soggetto – introducendo così una novità interpretativa in grado di cogliere tutte le sfumature e di attraversare orizzontalmente una realtà storica di estrema complessità. Gli argomenti presi in esame – tra i quali l’eredità della guerra fascista, il dissolversi delle certezze istituzionali, le fedeltà e i tradimenti, il valore fondante della scelta, il rapporto fra le generazioni, l’utopia e los angeles realtà, il grande nodo della violenza – ci costringono a riflettere su alcune questioni brucianti e sempre attuali, prima fra tutte quella del rapporto tra los angeles politica e l. a. morale nella vicenda storica.

Show description

Continue reading "Una guerra civile (Italian Edition) by Claudio Pavone"

La perdita dell’Eldorado: Una cronaca coloniale (Italian by V.S. Naipaul

By V.S. Naipaul

Crescere in un mondo dal «passato  ignoto» può segnare una vita intera. Non stupisce dunque che Naipaul, da ragazzo, a Trinidad, sentisse «l’assenza della storia»: nessuno, intorno a lui, sapeva che Chaguanas, l. a. sua città d'origine, trae il nome dai nativi che Colombo aveva chiamato «indiani» e che ora non esistono più, come i Caribi e gli Aruachi, svaniti senza lasciare monumenti; a nessuno interessava che l'isola fosse servita agli spagnoli solo come base consistent with l. a. corsa al­l'oro nella giungla sudamericana; e su quanto rimaneva delle piantagioni di canna da zucchero, risalenti alla successiva dominazione inglese, nessuno si interrogava. l. a. storia period stata sostituita dai favoleggiamenti, che depuravano i fatti dalle loro scorie livide ammantandoli di innocenza, e soffondeva di un'aura fantastica i tumultuosi eventi delle Indie Occidentali.
Ma alla high-quality degli anni Sessanta, attraverso lo studio rigoroso dei documenti conservati al British Museum, Naipaul intraprende un viaggio che lo sprofonda «in un orrore al quale non period preparato», in un «indicibile dolore»: ma lo spinge anche a scrivere questa lucida, scabra cronaca, dove il fiabesco Eldorado si tinge di barbarie e lascia affio­rare schiavitù, massacri e torture divenuti e rimasti in step with secoli agghiacciante normalità. Visitando sotto l. a. sua guida i grandi momenti in cui Trinidad è stata toccata dalla «storia», vedremo così gli europei 'civiliz­zatori' in una sinistra quotidianità, e l'e­popea della Conquista trasfigurarsi in catastrofe. E, una volta di più, verificheremo che Naipaul sa come nessun altro diagnosticare e curare una malattia tipicamente coloniale: los angeles perdita della memoria.

Show description

Continue reading "La perdita dell’Eldorado: Una cronaca coloniale (Italian by V.S. Naipaul"

I secoli e gli uomini che fecero l'Impero: Una storia della by Rinaldo Petrignani

By Rinaldo Petrignani

Sono i secoli del massimo slancio creativo della civiltà romana e dei grandi successi delle armi romane.
Rinaldo Petrignani descrive con argomentazioni nuove gli uomini, i fatti, i movimenti di idee, le sfide, l'affermazione e l. a. grandezza di Roma in un susseguirsi di ritratti di personalità geniali e ambiziose, un concatenarsi di eventi e di lotte politiche fino alla positive della Repubblica dalla quale emerge in tutta l. a. sua grandezza los angeles figura di Cesare: il conquistatore delle Gallie, il vincitore della guerra civile, l'amante di Cleopatra, il dittatore a vita. Dopo Cesare e dopo Augusto si susseguono gli imperatori da Tiberio, Caligola, Claudio, dei quali vengono descritti il carattere, i vizi e le debolezze, fino a Nerone: personalità controversa di cui gli storici romani condannano l. a. memoria, ma che rimane pur sempre una figura affascinante. Segue los angeles serie dei grandi imperatori del ii secolo, il secolo in cui secondo l. a. celebre frase di Edward Gibbon: «L'umanità ha vissuto il suo momento più felice». Da Traiano fino a Marco Aurelio, il filosofo imperatore. Ma il cristianesimo è ormai in piena espansione, espressione del bisogno degli uomini di una nuova spiritualità nella sfera del privato in contrapposizione allo Stato pagano. Il mondo antico è in fase di intensa trasformazione. Nascono nuovi culti, nuove filosofie. l. a. peste e l. a. crisi economica mietono ovunque milioni di vittime. Nonostante tutto, però, l'Impero vive ancora una stagione di grandezza. Ancora uniqueness militarmente, continuerà nella sua estensione in keeping with ben altri due secoli, ma che dopo Costantino non sarà più governato da Roma: mentre Roma, da parte sua, comincerà los angeles sua nuova esaltante storia, sempre romana, di capitale del mondo cristiano.

Show description

Continue reading "I secoli e gli uomini che fecero l'Impero: Una storia della by Rinaldo Petrignani"

Storia degli Stati Uniti (Quadrante Laterza) (Italian by Oliviero Bergamini

By Oliviero Bergamini

«Negli ultimi anni big apple è tornata a superare gli eight milioni di abitanti; a Queens, Brooklyn, Staten Island sono nate nuove comunità etniche che hanno portato nuovo slancio e ricchezza alla vita economica, culturale e sociale di quella che continua advert essere l. a. metropoli globale in step with eccellenza. Proprio qui nel 2001 avevano colpito i terroristi, in una sorta di inconscio attacco, oltre che ai simboli del potere economico e politico statunitense, anche a quella tradizione di tolleranza e accoglienza, di ottimismo e proiezione verso il futuro, che pur con tutte le sue contraddizioni rimane l. a. ricchezza principale di quella terra che milioni di emigranti hanno chiamato e continuano a chiamare semplicemente America.»

In questo quantity, Oliviero Bergamini racconta, con agilità e con rigore, l. a. storia degli Stati Uniti dalle origini ai giorni nostri, con particolare attenzione alle vicende degli ultimi anni, dai drammatici avvenimenti dell'11 settembre alla nuova frontiera aperta dal presidente Barack Obama.

Show description

Continue reading "Storia degli Stati Uniti (Quadrante Laterza) (Italian by Oliviero Bergamini"

In nome di Dio e della patria: I bambini rubati dal regime by Pietro Badaloni

By Pietro Badaloni

Tutto è partito da una donna, Mar Soriano, che con tenacia e pazienza, a metà degli anni Novanta, ha iniziato l. a. sua battaglia consistent with rintracciare los angeles sorella Beatriz, nata a Madrid nella clinica O’Donnell il three gennaio 1964. los angeles bimba non period morta, come i medici avevano detto ai genitori. period stata venduta. Beatriz è una degli oltre trecentomila niños robados. Trentamila i casi accertati solo tra il 1939 e il 1945. Un «furto» di massa iniziato alla high-quality della Guerra civile spagnola, e che vede sul banco degli imputati il regime franchista, medici, infermieri ed esponenti della Chiesa cattolica. Questa rete segreta, infatti, si teneva in piedi anche grazie alla complicità di sacerdoti e suore. Erano loro advert affidare i figli degli oppositori politici alle famiglie fedeli alla dittatura. Ai genitori veniva impedito di vedere il corpo dei propri bimbi e di partecipare ai «funerali». according to evitare - così veniva detto loro - «inutili traumi». Una pratica infame, «in nome di Dio e della Patria», che è continuata fino alla high quality degli anni Ottanta. Anche perché il traffico di neonati ha fruttato un fiume di denaro. Lo scandalo è scoppiato nel 2011, con los angeles prima denuncia collettiva a un tribunale. Piero Badaloni ha lavorato according to anni a raccogliere los angeles documentazione su questa vicenda che ha letteralmente scioccato los angeles società spagnola. Il libro dà conto anche delle resistenze incontrate da chi voleva fare luce sui niños robados. advert oggi, l’accertamento della verità è affidato alle sole indagini dei procuratori regionali. Centinaia di famiglie e di associazioni della società civile chiedono da pace l’apertura di una commissione d’inchiesta sullo scandalo. Ma inutilmente: il governo guidato da Mariano Rajoy non pare intenzionato a concederla.

Show description

Continue reading "In nome di Dio e della patria: I bambini rubati dal regime by Pietro Badaloni"

Il prezzo della ricostruzione: L'emigrazione italiana nel by Andreina De Clementi

By Andreina De Clementi

Molto si è scritto sull'epopea dell'emigrazione che dall'ultimo scorcio dell'Ottocento allo scoppio della prima guerra mondiale ha svuotato le campagne e dislocato oltreoceano milioni di nostri connazionali. Minore attenzione ha riscosso l'esodo del secondo dopoguerra, forse meno spettacolare e certo meno mitizzato dell'altro. Identico fenomeno, molte analogie, ma anche molte differenze. Andreina De Clementi descrive l. a. nuova mappa delle mete dell'emigrazione italiana nei primi dieci anni del secondo dopoguerra, l. a. trasformazione da avventura individuale a impresa controllata dalle burocrazie statali, l'inedita domanda di mano d'opera femminile. Discostandosi da un approccio storiografico consolidato, l'autrice delinea una vicenda complessa e problematica, che affonda le sue radici nel più generale contesto economico-politico dell'epoca.

Show description

Continue reading "Il prezzo della ricostruzione: L'emigrazione italiana nel by Andreina De Clementi"